Tu sei qui

Home | Protagonisti
Franco Dassisti

Franco Dassisti

 

Franco Dassisti, giornalista professionista e critico cinematografico dal 1990. Pi√Ļ volte inviato ai festival di Venezia, Cannes e Berlino. Membro di numerose giurie cinematografiche di festival nazionali e internazionali.

Merano rassegna cinematografica dal 22 al 24 aprile. 

 

 

 

 

 

 

Anna Sarfatti

Anna Sarfatti

 

Anna Sarfatti ha insegnato per molti anni nella scuola primaria e dell¬īinfanzia. √ą autrice di numerosi libri per bambini. Per il Festival delle Resistenze contemporanee 2013, come per le scorse edizioni, ha curato un percorso sull ¬īeducazione ai diritti e doveri della Costituzione italiana con diverse classi elementari e medie della Provincia.¬†

 

ospite il 28 e 29 aprile ore 10.00 Piazza Matteotti e Teatro Cristallo 

 

 

 

Alberto Faustini

Alberto Faustini

 

Alberto Faustini, laureato in sociologia a Urbino, giornalista è oggi direttore dei quotidiani locali Trentino e Alto Adige.

ospite il 29 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

 

 

 

 

 

 

 

Marco Bernardi

Marco Bernardi

Marco Bernardi √® nato a Trento (8 agosto 1955). Regista. Studi all‚ÄôUniversit√† di Bologna con Ezio Raimondi e Luciano Anceschi. √ą stato allievo di Maurizio Scaparro. Dall‚Äô80 direttore artistico del Teatro Stabile di Bolzano.

 

ospite il 28 aprile ore 15.00 Piazza Matteotti

 

 

 

 

 

Armin Zöggeler

(Merano, 4 gennaio 1974) √® uno slittinista italiano. √ą considerato uno dei pi√Ļ grandi e vincenti di sempre in questa disciplina. Specializzato nel singolo, nel suo palmar√®s annovera sei titoli mondiali, quattro europei e dieci Coppe del Mondo, oltre a sei medaglie individuali consecutive ‚Äď due ori, un argento e tre bronzi ‚Äď ai Giochi olimpici: nella storia dello sport, lo slittinista azzurro √® il primo e fin qui l'unico ad aver raggiunto tale traguardo.

 

ospite il 27 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti 

 

Gabriele Del Grande

Toscano, viaggiatore, scrittore e giornalista indipendente (mai iscritto all'albo). Gabriele Del Grande è nato a Lucca nel 1982 e si è laureato a Bologna in Studi Orientali. Nel 2006 ha fondato l’osservatorio sulle vittime della frontiera Fortress Europe. Ha collaborato con Time, Al Monitor, Vocativ, Taz, Rai, Rsi, Radio 3, Jungle World, Roads & Kingdoms, L’Unità, Redattore Sociale, Narcomafie, Peace Reporter, E-ilmensile, e altri. Per Infinito edizioni ha pubblicato i libri Mamadou va a morire (2007, vincitore del premio Santa Marinella, tradotto in spagnolo e tedesco); Il mare di mezzo (2010, vincitore dei premi Colomba d'oro, Pro Asyl Hand, Uisp Mandelae Ivan Bonfanti, tradotto in tedesco e in spagnolo) e Roma senza fissa dimora (2009). Ha inoltre collaborato alla redazione del libro+DVD. Come un uomo sulla terra (2009) e al quarto taccuino del premio Ilaria Alpi Africa e Media (EGA). Attualmente vive a Milano.

ospite il 26 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Giusy Nicolini

Nata il 3 magio 1961, Giuseppina Maria Nicolini, lampedusana, √® stata eletta sindaco del comune di Lampedusa e Linosa l‚Äô8 maggio 2012, e la sua vittoria ha rappresentato una rivoluzione in molti sensi: unica donna fra i cinque candidati sindaco, aveva un passato di attivista ambientalista e antimafia. Storica esponente di Legambiente, per anni aveva diretto la Riserva Naturale dell‚Äôisola di Lampedusa,¬† distinguendosi per la lotta all‚Äôabusivismo edilizio sull‚Äôisola e per la tutela della spiaggia dei Conigli, il luogo simbolo dell‚Äôisola e pi√Ļ importante sito di nidificazione delle tartarughe marine in Italia. E sugli sbarchi, aveva espresso un chiaro dissenso sulle politiche nazionali e sulla campagna mediatica terroristica del 2011, convinta che l‚Äô ‚Äúesodo biblico‚ÄĚ dall‚ÄôAfrica di cui si era parlato non ci fosse mai stato: ‚Äúnon c‚Äô√® stata nessuna invasione, ma naufragi!‚ÄĚ.

ospite il 26 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Daniel Tarozzi

Daniel Tarozzi, cofondatore e ideatore de Il Cambiamento, da lui diretto fino al novembre 2013, giornalista e documentarista. Autore, per Chiarelettere, del libro "Io faccio così - Viaggio in camper alla scoperta dell'Italia che Cambia" Autore del blog Italia che Cambia. Dal 2012 cura un blog sul Fatto Quotidiano. Laureato nel 2002 in Scienze della Comunicazione con una tesi sul giornalismo d'inchiesta tra Stampa e Rete. Autore del libretto "OGM in Italia". Autore televisivo, Operatore e Montatore free lance. Socio fondatore, con Luca Asperius, della casa editrice e società di produzione Ludica. Fondatore, con Francesca Giomo, del giornale web Terranauta (maggio 2004), da lui diretto fino al 30 giugno 2010. Amante della natura, figlio e nipote di esseri splendidi, sognatore, essere passionale e a volte contraddittorio. Aspirazioni per il futuro: vivere in armonia con l'ambiente, gli elementi della Natura, le diverse forme di vita, circondato dalla bellezza e dal calore che caratterizzavano e presto caratterizzeranno di nuovo questo pianeta e i suoi abitanti.

 

ospite il 27 aprile ore 18.30 Piazza Matteotti

Tonio Dell'Olio

Responsabile del settore internazionale di LIBERA - Associazioni nomi e numeri contro le mafie e membro dell’Ufficio di Presidenza della stessa organizzazione. Consigliere nazionale di Pax Christi - movimento cattolico internazionale per la pace - di cui è stato coordinatore nazionale dal 1993 al 2005. Fa parte inoltre dei direttivi del CIPAX (Centro Interconfessionale per la pace) e della Tavola della pace, con cui ha organizzato le sei edizioni dell’Assemblea dell’ ONU dei Popoli e la Marcia per la Pace Perugia - Assisi dal 1993. Recentemente ha contribuito a dare vita a Medlink, una rete di associazioni italiane impegnate nella promozione dei diritti nel bacino del Mediterraneo con altre realtà della società civile. Sacerdote della Diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, ha avuto modo di collaborare con don Tonino Bello, vescovo di Molfetta e presidente di Pax Christi (1985 - 1993). E’ stato cappellano del carcere di massima sicurezza di Trani (BA), approfondendo sul campo le dinamiche legate alla dis-cultura delinquenziale e alle grandi famiglie criminali. Ha operato in quartieri segnati da degrado e marginalità come i Quartieri Spagnoli di Napoli, dedicandosi alla prevenzione della devianza minorile. Si è impegnato anche per la prevenzione e il recupero dei tossicodipendenti e di altre forme di disagio giovanile dando vita al Centro Giovanile Metropòlis a Bisceglie (BA). Come responsabile dell’area internazionale di LIBERA partecipa a incontri internazionali presso le istituzioni comunitarie EU e presso le Nazioni Unite (United Nations Office Drugs and Crime) dove Libera ha lo status consultivo. Ha contribuito alla costituzione di una rete europea di organizzazioni di società civile contro le mafie denominata FLARE - Freedom Legality And Rights in Europe. E’ stato tra i promotori di molte campagne ed iniziative sui temi dell’economia di giustizia e del disarmo. Ha coordinato, tra le altre, la mobilitazione per la difesa della legge 185/90 per il controllo del commercio delle armi, è stato portavoce della Campagna per la pace in Sudan, ha promosso la Rete Disarmo, ha dato vita alla Campagna Italiana contro le Mine sin dal settembre 1993. In qualità di rappresentante italiano di quest’ultima, nel dicembre 1997 ha preso parte in Oslo alla cerimonia di consegna del Premio Nobel della Pace assegnato alla Campagna Internazionale contro le mine. Ha organizzato incontri e momenti di dialogo tra rappresentanti di diverse tradizioni religiose come contributo delle fedi alla costruzione della pace. Presente in molti scenari di guerra (Balcani, Iraq, Israele-Palestina, Libano) ha preso parte a diverse missioni nonviolente di pace (storiche restano quelle del 1992 e 93 a Sarajevo) in Africa (Sudan, Kenya, R.D.Congo), in America Latina (Colombia) e in Asia (Vietnam). Fa parte della redazione di Mosaico di pace (direttore responsabile Alex Zanotelli) e per alcuni anni ne è stato anche direttore editoriale. Collabora con altre testate quali: il quotidiano Liberazione ed alcune riviste (Jesus, Famiglia Cristiana, Micromega, Aggiornamenti Sociali, Carta, Confronti, Rinascita, Rocca, Solidarietà internazionale)

ospite il 27 aprile ore 18.30 Piazza Matteotti 

Armin Holzer

Armin Holzer √® nato nel 1987 e risiede a Sesto in Val Pusteria: √® maestro di sci e bravo climber e boulderista. Dopo la ‚Äúpasseggiata‚ÄĚ tra le Torri del Vajolet, si √® cimentato in una nuova impresa: fare slackline sulla Marmolada. Pusterese, maestro di sci, 25 anni, Holzer pratica con successo questo sport con cui s‚Äôesercita l‚Äôequilibrio camminando su una fettuccia larga 2,5 cm di poliestere tesa tra due punti. Nel 2012¬†ha conquistato il Guinnes, insieme a Alessandro D‚ÄôEmilia, con la ‚Äúpasseggiata‚ÄĚ pi√Ļ alta al mondo su un nastro a 5000 metri sul Muztaghata, in Cina. Questa volta ha fatto l‚Äôequilibrista nel vuoto poco sotto Punta Penia (3342 m).

 

ospite il 27 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Massimo Bray

E' un politico italiano appartenente al Partito Democratico, gi√† Ministro dei Beni e delle attivit√† culturali e del turismo nel Governo Letta dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014. Nasce a Lecce nel 1959 e studia a Firenze conseguendo la laurea in Lettere e Filosofia nel 1984. Nel 1991 entra nell'Istituto della Enciclopedia Italiana, fondata da Giovanni Treccani, come redattore responsabile della sezione di Storia moderna e nel 1994 ne diviene direttore editoriale. √ą direttore della rivista Italiani europei ed √® stato presidente del consiglio d'amministrazione della fondazione Notte della Taranta, che organizza il pi√Ļ grande festival di musica popolare d'Europa. √ą autore di un blog nell'edizione italiana dell'Huffington Post.

ospite il 28 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Nuccio Diamante Ordine

Nuccio Diamante Ordine (Diamante, 18 luglio 1958) √® un filosofo italiano, professore ordinario di letteratura italiana presso l'Universit√† della Calabria, noto in ambito internazionale per i suoi studi suGiordano Bruno e sul Rinascimento di cui √® uno dei massimi esperti contemporanei a livello mondiale. Fellow all'Harvard University Center for Italian Renaissance Studies, ha insegnato in numerose universit√† prestigiose quali University of Yale, New York University, Ecole Normale Sup√©rieure Paris, Paris-IV Sorbonne, Paris-III Sorbonne-Nouvelle, CESR of Tours, Institut Universitaire de France, Paris-VIII, Institut des √Čtudes Avanc√©es de Paris, Warburg Institute e Eichst√§tt University. Collabora, inoltre, alle pagine culturali del Corriere della Sera. I suoi libri sono stati tradotti in numerose lingue tra cui cinese, giapponese e russo.

ospite il 28 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Alex Corlazzoli

Alex Corlazzoli (Crema 1975) √® maestro, giornalista e scrittore. Ha operato come volontario in carcere per dieci anni e ha fondato il giornale ¬ęUomini Liberi¬Ľ. Nel 2008 ha creato l'associazione L'Aquilone, che si occupa di integrazione di migranti. Ha lavorato a ¬ęLa Provincia¬Ľ di Cremona e scritto per le riviste ¬ęDiario della Settimana¬Ľ e ¬ęAvvenimenti¬Ľ. Oggi collabora con ¬ęAltreconomia¬Ľ, ¬ęChe futuro!¬Ľ e ¬ęil Fatto Quotidiano¬Ľ, dove tiene anche un blog. Inoltre, cura la rubrica L'intervallo su Radio Popolare. Ha scritto i libri Ragazzi di Paolo (Ega, 2002),Riprendiamoci la scuola (Altreconomia, 2011), L'eredit√† (Altreconomia, 2012), La scuola che resiste(Chiarelettere, 2012) e Tutti in classe (Einaudi, 2013).

 

ospite il 29 aprile ore 15.00 Piazza Matteotti

Ugo Morelli

E' un saggista e psicologo italiano. Ugo Morelli Studioso di scienze cognitive, √® professore di psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l'Universit√† degli Studi di Bergamo. √ą presidente del comitato scientifico della Scuola per il governo del territorio e del paesaggio della Provincia Autonoma di Trento.

 

ospite il 29 aprile ore 15.00 Piazza Matteotti

 

Piergiorgio Odifreddi

√® nato a Cuneo il 13 luglio 1950. Si √® laureato in matematica a Torino nel 1973; si √® specializzato presso le Universit√† dell'Illinois nel 1978-79 e della California nel 1982-83. √ą stato Visiting Professor di logica matematica presso le Universit√† di: Novosibirsk (Unione Soviet√≠ca) nel 1982 e 1983; Melbourne (Australia) nel 1989; Pechino (Cina) nel 1992 e 1995; e Nanchino (Cina) nel 1998. Dal 1983 √® Professore Associato presso l'Universit√† di Torino e dal 1985 Visiting Professor presso l'Universit√† di Cornell, (Stati Uniti). Il suo lavoro scientifico riguarda la logica matematica, e pi√Ļ in particolare la teoria della calcolabilit√†, che studia potenzialit√† e limitazioni dei calcolatori. Nel 1989 ha pubblicato il primo volume di Classical Recursion Theory e nel 1999 il secondo. Nel 1990 ha curato Logic and Computer Science.

Il suo lavoro divulgativo esplora le connessioni fra la matematica e le scienze umane, dalla letteratura alla pittura, dalla musica agli scacchi. Ha vinto il Premio Galileo 1998 per la divulgazione scientifica. Collabora a La Stampa, Tuttoscienze, Scienza Nuova, Le Scienze, Sapere, e La Rivista dei Libri; partecipa alla trasmissione radiofonica Lampi della Rai.
√ą organizzatore, con Michele Emmer, degli incontri annuali Matematica e cultura di Venezia. Ha terminato i volum Dalla Galilea a Galileo, La matematica del '900 e Labirinti dello spirito, pubblicati da Einaudi.

 

ospite il 29 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Sergio Valzania

Sergio Valzania (Firenze, 1951) √® un giornalista, autore televisivo e accademico italiano. Insegna lettere all'Universit√† di Genova ed √® vicedirettore di Radio Rai, una struttura della RAI che si occupa di radio. Valzania √® anche scrittore di libri di storia con una predilezione per le biografie. Da Napoleone (Rai Eri, 2001), frutto di una lunga serie di trasmissioni sul grande Corso trasmesse da Radio 2, ad Artisti da combattimento (Mondadori, 1996) e Brodo nero, Sparta pacifica il suo esercito le sue guerre (Juvence). Tra le opere pi√Ļ recenti ricordiamo: Jutland, dedicata alla grande battaglia navale del primo conflitto mondiale; Austerlitz, la pi√Ļ bella delle vittorie di Napoleone, entrambi editi nel 2006; Wallenstein (2007) appassionata biografia del tragico generale boemo, grande protagonista della guerra dei 30 anni; Dal Profondo (2010) riflessioni sulla fede; e U-Boot (2011) storie di uomini e di sommergibili nella Seconda guerra mondiale.

Dall'estate del 1999 al 2009 è stato direttore di Rai Radio 2 e dal 2002 al 2009 ha diretto anche Rai Radio 3. Dal 2011 è vicedirettore della struttura Radio Rai.

ospite il 29 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti.

Laura Curino

Laura Curino (Torino, 26 gennaio 1956) √® un'attrice teatrale, regista e drammaturga italiana. Nel 1974, col regista Gabriele Vacis ed altri, fonda il Laboratorio Teatro Settimo, compagnia di teatro di ricerca. Attrice e drammaturga della compagnia torinese, con Passione interpreta il suo primo spettacolo di narrazione, nel quale si presenta interpretando tutti i personaggi della vicenda. In seguito interpreta gli spettacoli sull'epopea degli Olivetti. Al cinema, ha lavorato in "Nostos" di Franco Piavoli; ‚ÄúLa seconda volta‚ÄĚ e ‚ÄúPreferisco il rumore del mare‚ÄĚ di Mimmo Calopresti; ‚ÄúSan Salvario‚ÄĚ di Enrico Verra, ‚ÄúCuore‚ÄĚ di Maurizio Zaccaro. Nel 2004 scene del video teatrale ‚ÄúIl conte Aigor‚ÄĚ sulla vicenda di Igor Marini e lo scandalo Telecom Serbia sono state trasmesse nella trasmissione televisiva Report.

 

ospite il 01 maggio ore 21.00 Piazza Matteotti

Trio Conductus

Marcello Fera svolge parallelamente attivit√† di compositore, violinista e direttore d‚Äôorchestra. √ą nato a Genova nel 1966 dove ha conseguito il diploma in violino. Esordisce dodicenne in teatro come violinista e improvvisatore. Negli anni di apprendistato fa esperienza d'orchestra, in ensemble da camera, di musica per il teatro, in formazioni che affrontano repertorio popolare e si dedica alla prassi esecutiva barocca su strumenti originali. A partire dai primi anni novanta, d√† vita ad alcune formazioni proprie che operano nei campi dell'improvvisazione, della canzone e del repertorio classico. Dal '96 intensifica l'attivit√† di compositore e direttore presentando regolarmente lavori propri in pubblico. E' direttore artistico e musicale dell‚ÄôEnsemble Conductus che ha fondato nel 1999, e direttore artistico della stagione Sonora. E‚Äô responsabile delle attivit√† musicali di Merano Arte. Riceve commissioni da istituzioni concertistiche e teatrali, ensemble, radio, concertisti e privati.

ospite il 01 maggio ore 21.00 Piazza Matteotti

Massimo Cirri

Massimo Cirri (Carmignano, 27 dicembre 1958) è un conduttore radiofonico, psicologo e autore teatrale italiano. Nel 1982 consegue la laurea in Psicologia all'Università degli Studi di Padova. Dal luglio 1983 lavora nei servizi pubblici di salute mentale. Tra gli anni '80 e gli anni '90, parallelamente alla sua attività di psicologo, collabora all'emittente libera milanese Radio Popolare come autore e conduttore. Risale a questo periodo la trasmissione Borderline, ideata e condotta, insieme a Cirri, da Sergio Ferrentino. Nel gennaio 1997 Cirri e Ferrentino passano a Radio Rai, dove creano la celebre trasmissione pomeridiana Caterpillar. Nel cast di Caterpillar si aggiungeranno presto Marco Ardemagni e Filippo Solibello, anche loro con precedenti esperienze a Radio Popolare. Nel 2011 viene affiancato alla conduzione della trasmissione da Antonio Di Bella e da Paolo Maggioni, mentre Solibello e Ardemagni passano a condurre Caterpillar AM assieme a Benedetta Tobagi. Oggi Cirri lavora per l'ASL di Trieste, ed è ai microfoni di Radio2, sempre a Caterpillar. Negli ultimi anni, infine, ha collaborato a spettacoli teatrali, scrivendo perLella Costa. Il 7 dicembre 2007 è stato insignito dell'Ambrogino d'oro assieme a Filippo Solibello. Il 26 novembre 2011 presso i laboratori della Scuola Alberghiera Pellegrino Artusi di Riolo Terme L'AVIS (donatori sangue), gli ha consegnato il riconoscimento " UN VA A ZEZZ 2011" .

 

ospite il 01 maggio ore 21.00 Piazza Matteotti

Paolo Mieli

Paolo Mieli Nato a Milano nel 1949, ha compiuto gli studi a Roma, dove si √® laureato con una tesi sul fascismo sotto la guida di Renzo De Felice, al cui fianco, negli anni Settanta, ha svolto un'intensa attivit√† didattica. In quegli stessi anni, da giornalista, ha lavorato prima a L'Espresso, poi a la Repubblica, infine a la Stampa, di cui √® diventato direttore nel 1990. Dal 1992 al 1997 ha diretto il Corriere della Sera. Ha pubblicato libri sulla storia della sinistra italiana e ha collaborato alle riviste Storia contemporanea, Tempi moderni, Mondoperaio, Queste istituzioni, e Pagina. √ą stato direttore editoriale della Rizzoli-Corriere della Sera. Attualmente tiene una rubrica di dialogo con i lettori sulle pagine del Corriere della Sera.

ospite il 30 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Domenico Quirico

Nato ad¬†Asti,18 dicembre1951) √® un giornalista italiano.√ą reporter per il quotidiano torinese La Stampa, caposervizio esteri. √ą stato corrispondente da Parigi e inviato di guerra. Si √® interessato fra l'altro degli avvenimenti sorti a partire dal 2010-2011 e noti come "Primavera araba". Nell'agosto 2011 √® stato rapito in Libia e liberato dopo due giorni.

Il 9 aprile 2013, mentre si trovava in Siria come inviato di guerra, di lui si perde ogni traccia. La prima notizia del suo rapimento giunge il 6 giugno quando viene diffusa la notizia che Quirico è ancora vivo. Viene infine liberato l'8 settembre 2013, dopo 5 mesi di sequestro, grazie ad un intervento dello Stato Italiano e infine riportato a casa.

 

ospite il 26 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti

Tommaso Sacchi

Docente presso IED Istituto Europeo di Design; Docente presso Accademia di Belle Arti Aldo Galli Como round - a cura di Tommaso Sacchi presso Accademia di Belle Arti Italia/Francia ‚Äď l‚Äôinnocence du r√©el La Villa M√©diterran√©e ‚Äď Marseille pressoCentro Arti Visive di Pietrasanta.onsulente per le Arti dello Spettacolo presso Assessorato alla Cultura, Moda e Design del Comune di Milano.

COLLABORAZIONI ARTISTICHE E ISTITUZIONALI: oordinatore del comitato organizzatore e membro del comitato scientifico di ‚ÄúFare di Pi√Ļ con Meno‚ÄĚ presso Fare di + con -Membro della giuria presso L'artista che non c'era gency manager presso REGIA . management e produzione Membro di The Hub Milano presso The HUB Music & General Manager presso Dente Co-direttore artistico di Music Club presso Teatro dal Verme irezione artistica di ‚ÄúLezioni d‚ÄôArtista ‚Äď dietro la cattedra per un giorno‚ÄĚpresso Lezioni d'Artista ‚Äď UNIMI. Collaborazione alle produzioni musicali della Banda Osiris presso Banda Osiris. Collaboratore presso Radio Popolare. Produttore, Management e distribuzione spettacoli degli Ottavo Richterpresso Ottavo Richter. Direzione artistica del festival ‚ÄúInAuditorium ‚Äď spettacoli misti mai visti‚ÄĚpresso Auditorium di Milano. Fotogiornalista inviato presso DOVE. Collaborazione alla redazione e alla stesura dei testi presso Mangiare e Bere in Piemonte uida enogastronmomica.¬†

ospite il 28 aprile ore 15.00 Piazza Matteotti

Teodoro Margarita

Corso di teatro con registi, mimi, educatori del corpo e della voce. Performance in locali pubblici, reading e atti poetici di varia natura. Addestramento alla nonviolenza, seguito e tenuto corsi nelle scuole pubbliche. Organizzazione di eventi politici, culturali, partecipazione a fiere e mostre in tutta Italia. Abilitazione all'insegnamento della lingua francese nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Ha fondato il primo gruppo locale di seedsavers, salvatori di semi antichi. Membro del direttivo dell'associazione Civiltà Contadina. Insegna nelle scuole pubbliche da oltre 20 anni.

 

ospite il 27 aprile ore 11.30 Piazza Matteotti

Isabella Ragonese

(Palermo, 19 maggio 1981) è un'attrice italiana.Nel 2000 consegue un diploma di recitazione presso la Scuola Teatès di Palermo (direttore Michele Perriera). Attrice e autrice teatrale, Isabella Ragonese ha scritto, diretto e interpretato diverse sue opere come Che male vi fo e Bestino.Vincitrice di concorsi per artisti emergenti, tra cui nel 1998 il primo premio del concorso nazionale INDA (Istituto Nazionale Dramma Antico) con un saggio breve sulla figura di Ecuba nella tragedia euripidea.

 

ospite il 28 aprile ore 18.30 Piazza Matteotti

Stefano Liberti

Pubblica da anni reportage di politica internazionale sul manifesto e altri quotidiani e periodici italiani e stranieri. Nel 2004 ha pubblicato -­ insieme a Tiziana Barrucci -­ Lo Stivale meticcio. L’immigrazione in Italia oggi (Carocci). Collabora con il programma televisivo C’era una volta ed è tra i curatori di mwinda, sito di analisi geopolitica sull'Africa. Un suo reportage è incluso nell’antologia Il corpo e il sangue d’Italia (minimum fax 2007). Per minimum fax ha pubblicato A sud di Lampedusa (2008), con il quale ha vinto il prestigioso premio di scrittura Indro Montanelli, e Land grabbing (2011). Ha ottenuto il premio giornalistico Marco Luchetta, il premio Guido Carletti per il giornalismo sociale e il premio L’Anello Debole (sezione tv).

 

23 aprile  ore 20.30 Merano - Mairania 857

Carmine Abate

Carmine Abate è nato a Carfizzi (KR) il 24 ottobre 1954.  Ha studiato in Italia e si è laureato presso l'Università di Bari. Successivamente ha vissuto in Germania e, da oltre dieci anni, vive nel Trentino, dove esercita la professione di insegnante. Il suo primo libro di poesie risale al 1977:Nel labirinto della vita, (Juvenilia, Roma). Come narratore esordisce in Germania con la raccolta di racconti Den Koffer und weg!, (Neuer Malik, Kiel 1984);Lo stesso anno pubblica Die Germanesi, una ricerca empirica socio-antropologica sull'emigrazione svolta con Meike Behrmann (Campus, Frankfurt-New York 1984; ed it., I Germanesi, Pellegrini, Cosenza 1986, ristampata in nuova ed. da Ilisso Rubbettino nel 2006). Dirige la collana "Biblioteca Emigrazione" (Pellegrini Ed.) per la quale ha curato In questa terra altrove (1987), un'antologia di testi letterari di emigrati italiani. Successivamente ha pubblicato una raccolta di racconti Il muro dei muri da giugno 2006 in nuova edizione (Oscar Mondadori, pp. 210, euro 8.40) e nel 1991 è uscito il suo primo romanzo Il ballo tondo, attualmente alla terza edizione (Piccola biblioteca Oscar Mondadori, 2005), pubblicato in prima edizione da Marietti (Genova) e in seconda edizione da Fazi (Roma, 2000).  Nel 1996 pubblica un libro di poesieTerre di andata (Argo). Nel 1999 esce il romanzo  La moto di Scanderbeg (Fazi, Roma 1999; ed. tascabile 2001, Oscar 2008). Nel 2002 esce il romanzo Tra due mari (Mondadori, 2002, Oscar 2005) vincitore di numerosi prestigiosi premi. Nel 2004 esce il romanzo La festa del ritorno (Mondadori, 2004)  vincitore del "Premio Napoli", "Premio Selezione Campiello" e Premio Corrado Alvaro e di cui sono stati opzionati i diritti cinematografici. Nel 2006 pubblica il romanzo Il mosaico del tempo grande (Mondadori, 2006, Oscar 2007).  Nel 2008 scrive il romanzo Gli anni veloci (Mondadori, 2008), vincitore del Premio Tropea e attualmente alla terza edizione. Nel 2010 scrive il libro di racconti Vivere per addizione e altri viaggi (Piccola Biblioteca Oscar Mondadori) e la raccolta di poesie e proesie Terre di andata (Il Maestrale). Il suo capolavoro, che vince il premio Campiello 2012, è il romanzo La collina del vento (Mondadori, 2012). Nell'ottobre 2012 esce, Le stagioni di Hora(Mondadori) che comprende tre romanzi  - "Il ballo tondo", "La moto di Scanderbeg" e "Il mosaico del tempo grande". La sua ultima opera è Il bacio del Pane (Mondadori, 2013). I suoi libri, vincitori di numerosi premi, sono tradotti in Germania, Francia, Olanda, Grecia, Portogallo, Albania, Kosovo, USA e in corso di traduzione in arabo.

ospite il 26 aprile ore 18.30 Piazza Matteotti

Giuseppe Stampone

la Primavera araba e Occupy Wall Street sono il risultato di squilibri profondamente radicati nel tessuto della società. Il lavoro di Stampone su Saluti da L'Aquila (2010), Progetto Solstizio (2008 - www.solstizioproject.com), Acquerelli per non sprecare la vita (2008-2012), Global Education (2011) e Architecture  of  Intelligence  (2010-2014)  dimostrano  un  profondo  impegno  sociale.

Stampone continuamente si sforza di introdurre un programma sociale-politico alternativo attraverso le sue opere d'arte e di interventi basati sulla comunità. Il suo approccio è sfumato e metodico, invitando il pubblico a meditare su questioni fondamentali come l'immigrazione, l'acqua e la guerra, anche quando si trovano a dover sopportare i disastri, conflitti naturali e artificiali che oggi sembrano aumentare.

Il terremoto de L‚ÄôAquila del 2009 ha sollecitato Stampone a lavorare sul progetto partecipativo collettivo Saluti da L‚ÄôAquila (2010); nel 2008 Weiwei aveva reagito con grande energia al terremoto nella provincia del Sichuan, in Cina, e alla tragedia che ne era derivata. I due artisti si sarebbero poi ritrovati a lavorare insieme a Gwangju, nel 2010, in una mostra dedicata al trentesimo anniversario del massacro avvenuto nella citt√† sudcoreana. Nel 2011 Ai Weiwei veniva incarcerato e nel giugno 2011 Stampone realizzava il suo polemico Bye Bye Ai Weiwei per la mostra ‚Äúorientale*‚ÄĚ della 54 Biennale di Venezia. Esposte sulla riva presso la facciata della chiesa delle Zitelle alla Giudecca, le lettere vividamente illuminate, alte 2 metri, erano visibili da qualunque punto della laguna veneziana. Bye Bye Ai Weiwei √® stato anche un simbolo di uno scintillante mondo dell‚Äôarte alla merce del capitalismo e dell‚Äôoverbranding. Un‚Äôarte praticata da una posizione di ambivalenza creativa, ma subordinata a processi decisionali delicati, che presuppone incerte conseguenze commerciali. Stampone puo continuare a fare arte per l‚Äôarte, ma sembra troppo turbato per farlo. Egli sembra invece avere la capacit√† artistica di vedere gli orizzonti di un futuro incerto e di creare nuove realt√† di comprensione e consapevolezza. Bye Bye Ai Weiwei √® stato proprio un esperimento del genere, che ha confuso la nostra comprensione e relazione emotiva con il ruolo dell‚Äôartista nella societ√† attuale.¬†

Interconnesse in real e virtual life. la mia arte si √® trasformata in globale e non termina in un progetto definito, ma assume la conformazione del social network, da cui si diffondono differenti modi di osservare e agire nelle realt√† circostanti¬Ľ

 

ospite il 29 aprile ore 18.30 Piazza Matteotti

 

Corrado Augias

Giornalista e scrittore, Corrado Augias è nato a Roma nel 1935.
Ha trascorso molti anni all'estero. Parigi prima, poi New York, da dove è stato corrispondente del settimanale "L'Espresso" e del quotidiano "La Repubblica". Attualmente risiede a Roma.
√ą stato inviato speciale per "L'Espresso", "Panorama" e "La Repubblica", quotidiano al quale attualmente collabora.

Per la casa editrice Rizzoli ha pubblicato una trilogia narrativa nella quale, sotto specie di spy story affidate a un protagonista unico (un fratello immaginario del dannunziano Andrea Sperelli), si racconta la storia italiana in anni fondamentali anche per la nostra vita - quelli che vanno dal 1911 (impresa di Libia) al 1921 (vigilia del fascismo). I tre titoli sono: Quel treno da Vienna, Il fazzoletto azzurro, L'Ultima Primavera.

Nel corso della sua attività televisiva ha ideato e condotto programmi di grande rilievo anche culturale, tra i quali la serie di Telefono giallo e il programma di libri Babele. Per la Mondadori ha scritto Giornali e spie, nel quale ricostruisce un'appassionante vicenda di spionaggio realmente avvenuta nel 1917, orchestrata dai servizi segreti del Kaiser al fine di far uscire prematuramente l'Italia dalla guerra. Insieme a Daniela Pasti (inviata speciale di "Repubblica" e sua moglie) ha scritto il romanzo Tre colonne in cronaca, nel quale - con un anno di anticipo sui fatti - si racconta la scalata di un energico finanziere alla Mondadori.

ospite il 25 aprile ore 21.00 Piazza Matteotti 

staff Piattaforma

Resistenze 2015

A breve uscirà il bando per i Percorsi - attivatevi! Bald wird die Ausschreibung erscheinen!

La Piattaforma non si ferma!

Stiamo già lavorando alla prossima edizione

Resistenze in centro città

Il Punto Enel di Bolzano vetrina della manifestazione

Festival 02014 vorgestellt

Vierte Ausgabe des Festivals, mit einem bunten Kalender an Veranstaltungen

Presentato il Festival 2014

Quarta edizione del Festival, con un ricco calendario di appuntamenti

Piattaforma delle Resistenze contemporanee

Non pi√Ļ solo un festival

CS/PM Percorsi Resistenze 14

Molte le novità della quarte edizione... Das Festival erreicht im Jahr 2014 seine vierte Ausgabe!

Anna Sarfatti
Marco Bernardi
Alberto Faustini
Franco Dassisti
Network Festival Provincia di Bolzano Casa Haus Scuola Cultura young inside European Parliament